Le reti da pesca sono uno strumento fondamentale per la cattura di ogni tipologia di pesce. Dalle prime reti, realizzate in cotone e buttate in acqua senza una vera e propria tecnica, siamo oggi arrivati all’impiego di 5 diverse tipologie di reti, ognuna costruita con uno specifico scopo e utilizzata per la presa di una precisa specie di pesci.

Esistono 5 tipologie di reti: le reti da circuizione, le reti a strascico, le reti speciali, le reti da posta fissa e le reti da posta alla deriva.

Le nostre reti Bertavello (anche dette Martavello) appartengono alla categoria delle reti da posta fissa. Si tratta infatti di una rete con una grossolana forma a imbuto e una camera al termine della strettoia, dalla quale il pesce una volta entrato non riesce più a uscire. Le reti Bertavello vengono lasciate in acqua dai pescatori, che dopo un certo periodo di tempo passano a ritirarle, sperando di trovare un buon gruzzolo al loro interno. Alla stessa tipologia appartiene anche la nassa ad un’entrata: una tipologia di rete da posta fissa, che resta ferma in acqua parallela al terreno (e non perpendicolare a esso, come succede per le Bertavello) ed è per questo motivo consigliata per la pesca di anguille.

Rete da pesca su misura

Lo Spaviero o Rezzaglio appartiene alla categoria di reti speciali: si tratta di una rete circolare, legata a una corda al centro del cerchio. Una volta lanciata in acqua si forma un grande cono che ha per base il perimetro della rete e per vertice il centro della rete, all’interno di questo cono vengono chiusi i pesci, che non hanno alcuna via di fuga. La rete viene poi facilmente recuperata attraverso la corda legata al centro della rete.

La Sciabica fa parte della categoria delle reti a strascico, in Italia il suo utilizzo è consentito solo per la pesca di novellame da allevamento e per la pesca del rossetto e del bianchetto. Si tratta di una rete che richiede sicuramente grande sforzo: una barca a remi viene utilizzata per calare la rete in mare e due squadre di pescatori sono fondamentali per raccogliere il pescato e riportare la rete a terra. Un capo della rete viene deposto a terra ed essa viene deposta a semicerchio in mezzo al mare con la concavità rivolta verso la terra fino a ricondurre anche l’altro capo a terra.

Sciabica con sacco per la pesca in mare